Sandro Esse

Sandro Esse entra in contatto con il mondo delle corde casualmente, una foto di semplici corde di Juta trovata su internet; affascinato da questa forma d’arte ha iniziato a documentarsi e scoprendo le stupende foto artistiche di Hikari Kesho ha frequentato un suo workshop di 2 giorni full time dal quale ha imparato i primi rudimenti delle corde i primi pattern e le prime nozioni di sicurezza. Da quel giorno la passione per questa disciplina giapponese si è molto radicata in lui e come in tutte le passioni che ha avuto nella sua vita ci si è buttato a capo fitto investendo ogni attimo del suo tempo libero nello studio e nella esercitazione.

Sandro ha quindi successivamente frequentato numerosi corsi, stage, workshop, RopeJam, Salon e PeerRope con vari educatori.

Il primo incontro che ha segnato un cambio nelle suo modo di legare è avvenuto a luglio 2015, in quel mese durante un evento a Bologna ha incontrato Maiko Mirò Esse e con lei le corde hanno iniziato a prendere anima e emozioni. Successivamente insieme hanno performato in molte feste e locali nel nord italia fino a fare la performance di apertura alla Kinbaku Night a Roma (con Andrea Ropes e MaestroBD).

Il suo percorso di Rigger ha avuto un susseguirsi di mutazioni e di crisi uno di questi momenti è stato l’incontro con Riccardo Wildties che lo ha portato alla scoperta del kinbaku tradizionale; fu proprio da quel momento che iniziò un nuovo percorso attraverso lo stile Semenawa “Kinbaku Luxuria” ispirato al maestro Akira Naka.

Diventa uno studente di Riccardo Wildties e ne segue svariati workshop intensivi intermedi e avanzati per tutta l’Italia. Prende lezioni intensive private e partecipa alla Kinbaku Luxuria Excellentiam di 4 giorni in una villa sulle colline di Città di Castello con Riccardo Wildties (IT) e Docvale (FR).

A Settembre 2016, Sandro insieme a Maiko, apre i primi corsi base a Modena ispirati allo stile Kinbaku Luxuria, corsi che trovarono base da gennaio 2017 presso la Kinbaku House, un locale dove assaporare il piacere del fare Kinbaku in un luogo creato e pensato per quello scopo.

Il percorso tecnico delle corde di Sandro, ma sopratutto del loro aspetto emozionale, non si ferma e durante il “Rome Bondage Week” nel settembre 2017 tiene uno spettacolo ed un workshop sulle “Emozioni che le corde possono dare”, cercando di portare agli studenti la sua conoscenza e la sua esperienza ma sopratutto le sue emozioni. Una sua foto viene scelta per rappresentare l’evento sulle principali testate giornalistiche (SecoloXIX e IlMessaggero).

A novembre 2017 durante la “Kinbaku Live Night” ha l’onore di performare davanti al maestro Akira Naka con i migliori rigger europeri nello stile Nakaryu; è in quell’evento che ha il suo primo incontro con il Maestro Akira Naka, ne segue il suo workshop a Torino di 3 giorni e ne resta colpito nel profondo. E’ proprio in questo incontro, l’ultimo giorno, che il Maestro Naka gli afferra le mani e gli dice di continuare a mettere il cuore nelle sue corde. Sono proprio le parole del maestro che lo spronano a continuare il suo eprcorso di ricerca su quello che è per lui il kinbaku e alla scoperta delle emozioni che risvegliano in lui.

Giugno 2018 si esibisce allo ShibariFest di Riga (Lettonia) durante il quale tiene anche il suo primo workshop di Kinbaku Tradizionale all’estero.

Ad agosto 2018 decide, insieme a Maiko, di incontrare per la prima volta Dave Wykd e Clover Brook e durante un suo viaggio in Inghilterra passa un weekend di lezioni private presso il loro studio; durante il quale studiano con Dave tecniche per la comunicazione e la connessione attraverso le corde.

Nel Settembre 2018 ha il secondo incontro con il Maestro Akira Naka a Copenaghen (Danimarca), ne segue un workshop di tre giorni e ne resta sempre di più affascinato, decide di approfondire sempre di più lo stile Nakaryu; cercando di seguire il più possibile il maestro durante le sue visite in Europa in attesa di poter compiere il suo primo viaggio in Giappone.

Apre insieme a Maiko un percorso didattico di corde a Pescara e a Napoli e a Novembre 2018 tiene un workshop di 2 giorni a Montpellier in Francia.

Attualmente è in constante studio e ricerca di ciò che è la sua interpretazione personale del “Semenawa” restando legato come ispirazione allo stile Kinbaku Luxuria e Nakaryu.

Cos’è per lui il Kinbaku?

“Il Kinbaku è entrare in contatto con la parte più intima, Il kinbaku è uno scambio di sensazioni intense, Il Kinbaku è l’abbraccio e l’unione di due anime, Il KINBAKU è un “DIALOGO DI EMOZIONI”

Pensieri e parole – Sandro Esse